Come tutti gli anni l’eterna sfida natalizia sulle nostre tavole. Chi vincerà?

amanti del pandoro o del panettoneCon il Natale alle porte parte uno dei sondaggi più gettonati dal punto di vista culinario: pandoro o panettone? I due dolci natalizi da sempre si contendono il primato che puntualmente ogni anno viene smentito, un duello destinato a continuare nei secoli dei secoli.

Il pandoro: soffice, morbido, etereo. Spolverato con zucchero a velo, questo dolce veronese creato nell’Ottocento fra gli ingredienti annovera: farina, zucchero, uova, burro, burro di cacao e lievito.

Il panettone: liscio o farcito, con o senza glassa, ripieno di crema o cioccolato, con o senza uvetta o frutta candita. Nato a Milano ai tempi degli Sforza, è ottenuto da un impasto lievitato a base di acqua, farina, burro e uova.

Leggere soltanto questa breve descrizione fa venire l’acquolina in bocca ma la domanda sorge spontanea: è possibile concedersi queste due meraviglie per il palato senza ingrassare? Considerando che il nemico della linea arriva una sola volta all’anno, è possibile fare uno strappo alla regola a patto di mantenere un equilibrio tra le kilocalorie che introduciamo e quelle che bruciamo. Chi è in perfetta forma e svolge regolarmente un’attività fisica potrà senza problemi concedersi un paio di fette, al contrario di chi invece deve tenere sotto controllo il proprio peso e quindi dovrà moderarsi nel consumo di questi alimenti altamente calorici a base di grassi e colesterolo. Per poter gustare pandoro e panettone senza correre il rischio di ingrassare occorre mettere in atto alcune strategie.

Evitate di mangiare nella stessa giornata biscotti, snack salati a base di acidi grassi trans o condimenti grassi. Aumentate il dispendio energetico quotidiano svolgendo un’efficace attività fisica magari passeggiando per circa 30 minuti in compagnia del vostro cane . Attenzione però a quando concedersela: bisognerà attendere almeno due ore prima di mettersi in moto dopo un’abbuffata natalizia perché l’attività muscolare potrebbe compromettere il processo digestivo.

Scegliete versioni semplici di pandoro e panettone senza le famose farciture che fanno aumentare velocemente le kilocalorie. Ai più curiosi interesserà inoltre sapere che, secondo le tabelle dell’Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione, 100 grammi di pandoro semplice fornisce ben 450 kcal, quantitativo maggiore rispetto al panettone che ne conta 333. Per disintossicarsi velocemente dai tanti zuccheri e grassi assunti durante le feste natalizie bevete tanta acqua e perché no tè e tisane depurative da prendere magari a metà del pomeriggio con i vostri amici e parenti.

Certo, nessuno vi impedirà di preparare pandoro e panettone tradizionali nelle vostre case in modo tale da tener sotto il controllo le quantità di zuccheri e di grassi utilizzati ma se queste versioni light non dovessero essere gradite ai palati più ghiotti ricordate che questi dolci natalizi sono molto calorici e vanno mangiati con parsimonia se non volete ritrovarvi con un paio di chili in più dopo le feste di Natale.

Chi vincerà quest’anno tra il pandoro e il panettone? Alla società dei consumatori l’ardua sentenza.