avena-01Come gustarla al meglio

L’avena è un cereale diffuso principalmente nell’Europa settentrionale come in Scozia ed in Irlanda. È il cereale più ricco di grassi ed è molto energetico per questo è particolarmente indicato nelle convalescenze e durante l’allattamento. È ricca di potassio, vitamine del gruppo B e contiene il 12% di proteine, valore un po’ superiore rispetto agli altri cereali, ha meno carboidrati e una maggiore percentuale di grassi. Se a questo aggiungiamo la cospicua presenza di fibre insolubili, otteniamo uno dei cereali con il più basso indice glicemico, particolarmente adatto al controllo di glucosio e di colesterolo nel sangue, importante non solo per chi soffre di diabete ma anche per chi vuole perdere peso. Ricca di antiossidanti che impediscono ai cibi grassi di irrancidire, l’avena viene utilizzata come additivo in prodotti alimentari e nella produzione della carta per avvolgere gli alimenti.

L’avena in cucina la troviamo principalmente nelle colazioni sotto forma di fiocchi che si ottengono per cottura a vapore dei chicchi decorticati e una successiva schiacciatura tra due rulli. Insieme con quelli di altri cereali e frutta secca, i fiocchi sono l’ingrediente principale nella preparazione dei muesli, un’altra ricetta tradizionale sana e nutriente purché preparata senza zucchero.

La farina di avena si presta invece ad essere utilizzata nella preparazione dei prodotti da forno, in aggiunta a quella di frumento, per fare un pane più morbido e dei biscotti. Ma il modo ideale di preparare l’avena è cuocerla in chicchi. Va fatta bollire a fuoco lento per 35 minuti con due parti d’acqua e un pizzico di sale. Si può consumare insieme o al posto del riso, anche in gustosissime insalate fredde.