A tavola con i cibi porta fortuna

ilariaIl cenone di Capodanno può diventare la giusta occasione per influenzare il nostro destino portando a tavola cibi propiziatori. Allontanare definitivamente questo 2012 con pietanze di auspicio è il modo migliore per augurarci un anno più prospero. Se desiderate perciò creare un menù completo contro la sorte avversa, vi propongo i cibi più fortunati per rendere felice il nuovo anno e il vostro palato. Molte abitudini non hanno origine nel nostro paese ma quando si tratta di prosperità e fortuna possiamo chiudere un occhio vista la crisi economica.

Per la mezzanotte gli spagnoli mangiano dodici chicchi d’uva, uno per ogni mese dell’anno. Ma attenzione se tra i vostri acini dovesse capitarvi uno non proprio gustoso, il mese corrispondente non sarà di certo quello più fortunato. Cavoli, bietole e rape, sono consumate a Capodanno in diversi paesi, soprattutto in Germania e Irlanda, perché le loro foglie verdi sembrano soldi piegati e sono quindi simbolo di fortuna economica.

Le lenticchie per la forma tonda e appiattita ricordano le monetine e sono quindi considerate cibo propiziatorio per le finanze. In Italia a capodanno vengono servite con carne di maiale nella forma del tipico cotechino o dello zampone, simbolo di sazietà e abbondanza. Attenzione però alle calorie perché questi ultimi alimenti seppur gustosi sono molto grassi e calorici: essi apportano, rispettivamente, 343 e 361 calorie ogni 100 grammi. La melagrana con il suo vivace colore è un frutto di origine persiana dolce e acidulo allo stesso tempo. I suoi chicchi simboleggiano da sempre prosperità, abbondanza e fecondità. Nella nostra alimentazione purtroppo la melagrana viene spesso proposta solo come decorazione per i dessert invece utilizzarla come ingrediente per piatti a base di pesce e verdura ne esalterà di certo il loro gusto.

Nella tradizione cinese gli spaghetti vengono mangiati come simbolo di lunga vita. Attenzione però a non spezzarli prima della cottura e prima di essere entrati nella vostra bocca altrimenti la fortuna sarà annullata. Al contrario un alimento che non dovrà assolutamente essere presente sulle vostre tavole è l’aragosta perché i granchi, come sappiamo, camminano indietro divenendo simbolo di regressione piuttosto che di progresso.

Ora tocca a voi cimentarvi in cucina utilizzando questi cibi per preparare il vostro menu di capodanno a base di prosperità. Le calorie? Per una volta non pensiamoci troppo, se c’è di mezzo la fortuna, possiamo fare uno strappo alla regola.

Felice 2013 a tutti.