Un valido aiuto per ostacolare le dislipidemie

1381885_10202117231642237_458593763_nLa vitamina F, scoperta solo nel 1951, è una miscela di acidi grassi essenziali costituita da acido linoleico (omega-6), acido alfa-linolenico (omega 3) e acido arachidonico. Questa vitamina liposolubile contrasta la deposizione di trigliceridi e colesterolo nelle arterie, prevenendo l’aterosclerosi.

L’Organizzazione Mondiale delle Sanità raccomanda un’assunzione giornaliera di 8 gr di vitamina F, quantità che va aumentata in caso di diabete, ipertensione, trombosi e arteriosclerosi. Non essendo prodotta dall’organismo deve essere totalmente introdotta attraverso l’alimentazione. Gli alimenti ricchi di vitamina F sono principalmente olio di girasole spremuto a freddo e olio extravergine d’oliva.